Dal diario di bordo di Alex Bellini

Dal diario di bordo di Alex Bellini

20/11/2008 - Scritto da: Maurizio Torri - letto 1093 volte

  

Novembre non poteva cominciare in modo peggiore. Dopo le due giornate super da 50 miglia l´una ho tirato bruscamente il freno! Ieri ed oggi sono stati giorni molto duri. In realta´ sto subendo l´influenza di una corrente (debole per fortuna) con direzione molto variabile (ieri verso Sud, oggi verso SE che, assieme a venti deboli e ballerini, mi rallenta parecchio.

Per giunta oggi il vento e´ stato costantemente da SW e quel poco di velocita´ che ieri riuscivo a fare, oggi si e´ ridotta ulteriormente. Unica nota positiva e´ che le poche miglia le ho fatte con un´ottima direzione. Sono le 21:40. Il mare e´ una tavola, c´e´ un filo di vento da S, ma la barca ha preso la via verso SE! Chissa´ dove verro´ portato nella notte? Nei giorni scorsi mi sono accorto che per camminare lungo il piano della barca ho preso l´abitudine di reggermi sulle barre lontitudinali. Il motivo e´ che non mi sento piu´ sicuro a camminare "libero" e questo perche´ la vernice con cui ho dipinto il piano calpestabile e´ molto scivolosa con l´acqua. C´e´ anche un´altra ragione infatti mi manca completamente l´equilibrio. Non so se l´avevo mai detto, pero´ oggi, incuriosito da questo fatto, ho rifatto il conto di quanti metri cammino ogni giorno e la media e´ di 40 metri! Ho inoltre cronometrato il tempo in cui rimango in piedi: solo 7 minuti! Pochini, no? Si spiega cosi´ la mancanza di equilibrio! D´ora in avanti mi impegnero´ a passare almeno altri 10 minuti in piedi dopo la pausa pranzo. Dino Biella/ A-nigeria: come stai a viveri? Quest anno non e´ un problema. I viveri sono sufficienti per farmi arrivare a Sydney anche se il menu´, da ormai 20 giorni, e´ sempre lo stesso. (Continua su www.alexbellini.it)


Aggiungi un commento

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.