Nuove Cascate nel Tarvisiano (UD)

Nuove Cascate nel Tarvisiano (UD)

07/03/2009 - Scritto da: Maurizio Torri - letto 2455 volte

  

La valle di Riofreddo, in inverno, diventa un posto magico, selvaggio e isolato. Conosciamolo meglio con Marco Milanese!!! Nel link pothogallery alcuni click imperdibili per gli amanti di "picche" & ramponi

La bellezza del posto assume ancora più valore per chi pratica l’arrampicata su ghiaccio.
Quest’anno, vista la notevole quantità di freddo e di conseguenza anche di ghiaccio, il settore del tridente (versante nord cima delle cenge) ha visto spuntare una serie di nuove aperture. Proprio queste quattro linee nuove mi portano a compiere una piccola revisione del settore e mi danno la possibilità di farvi conoscere una nuova e affascinante zona della Alpi Giulie.
Da Udine: seguire l’autostrada A23 fino all’ultima uscita per l’Italia, località Camporosso. Proseguire verso Tarvisio (3 km) e da qui prendere indicazioni per Slovenia-Cave del Predil.
Dopo 5 km circa si giunge nel piccolo paese di Rio Freddo (817 mt); parcheggio di fronte alla chiesetta.
L’avvicinamento alle cascate è piuttosto lungo, circa 2.00-2.30 di cui la prima ora su strada battuta dal gatto delle nevi e la seconda su un pendio innevato,ma proprio questa caratteristica assieme all’ambiente rendono le salite molto alpinistiche (e faticose).
1-Polvere bianca Marco Milanese e Alex Franco( 80m IV) primo tiro WI 4 e secondo WI 5 ottimo punto di sosta dietro la colonna. Normale dotazione alpinistica. Discesa su abalakov
2- Mix and rasta tricks Marco Milanese Fabrizio della Rossa (80m V) ad una prima sezione di 5m di roccia pura si alterna un’esile linea di ghiaccio molto sottile con difficoltà di WI5+. Tutta la via e molto difficile da proteggere e spesso le protezioni non sono buone. La struttura di ghiaccio nella parte intermedia ha pericolo di crollo. La parte iniziale della via è stata aperta in artificiale si stima il grado di M5+. Il secondo tiro è una colata di ghiaccio molto solida con difficoltà di WI 4+. Portare attrezzatura da ghiaccio con l’aggiunta di friend medi e micro nuts. Discesa su abalakov.

3- Per Leila Luca Vuerich e Marco Milanese 1RP Gianni Dorigo e Max Laurencic (120m IV) WI 6+/7- salita impegnativa con tratti strapiombanti di ghiaccio. Normale dotazione alpinistica. Discesa su abalakov
4- Tridente Alessandro di Lenardo e Luca Vuerich (90 m IV) WI 6 salita non obbligatoria vista la grandezza della cascata. Normale dotazione alpinistica. Discesa su abalakov
5- Super tridente Luca Vuerich e Federico Compassi (100m IV) WI6 l’itinerario segue la colonna principale del settore, è la linea più diretta e intuitiva. La sosta è in una comoda nicchia. La candela è tecnica con uscita su piccolo strapiombo
6- Equilibrio Luca Vuerich e Romano Benet (205 m, IV) WI 6


Aggiungi un commento

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.