ISMF SKIMOUNTAINEERING WORLD CUP 2018 - PUY ST VINCENTE (FRA)

ISMF SKIMOUNTAINEERING WORLD CUP 2018 - PUY ST VINCENTE (FRA) - Robert antonioli vince l'individual e balza al vertice della over all

ISMF SKIMOUNTAINEERING WORLD CUP 2018 - PUY ST VINCENTE (FRA)

Robert antonioli vince l'individual e balza al vertice della over all

08/02/2018 - Scritto da: Redazione - letto 308 volte

A Puy St. Vincent Robert Antonioli e Axelle Mollaret vincono l’Individual Race. Domani in programma la Vertical.

 

Per la quarta tappa di Coppa del Mondo ISMF si torna in Francia, sulle nevi iridate di Puy St. Vincent, nel cuore del Parco Nazionale dell’Écrins con una prova Individual di vero scialpinismo. 1800 metri di dislivello positivo diluiti in sei salite con tanto di tratti a piedi da affrontare con gli sci nello zaino. Creste aeree e ripide discese in neve fresca erano il giusto mix di una competizione che ha visto una battaglia serrata tra Kilian Jornet, Michele Boscacci e Robert Antonioli. La gara si è decisa nell’ultima discesa quando Robert Antonioli fino a quel momento sempre all’inseguimento di Jornet e Boscacci, ha mollato i freni, presentandosi traguardo a braccia alzate.
Al via, finalmente, tutti i migliori interpreti della specialità alla ricerca di punti preziosi per il ranking di Coppa e di ultime importanti conferme in vista della ormai imminente trasferta dei Campionati Europei a Nicolosi. Le nevi francesi hanno visto il rientro dello spagnolo Kilian Jornet, che dopo tre mesi di convalescenza, si è nuovamente appuntato alla tutina da gara un pettorale della Coppa del Mondo.

 

Subito dopo il via, Michele Boscacci, Kilian Jornet e Robert Antonioli hanno preso il comando della gara Boscacci e Jornet in salita tengono un ritmo leggermente superiore rispetto a Robert Antonioli che in discesa e nei cambi deve, prendendosi anche dei rischi, colmare il gap. Appena dietro i tre di testa Davide Magnini e il francese Xavier Gachet. Questa situazione si ripropone anche nell’ultimo cambio pelli dove Boscacci e Jornet escono dalla zona cambio con qualche secondo di vantaggio rispetto a Antonioli. Antonioli quando esce dalla piazzola mette nel mirino i due battistrada e solo dopo pochi secondi li sorpassa. L’azzurro va a tagliare il traguardo con il tempo di 1h26’13’’, alle sue spalle dopo poco più di 20 secondi arrivano Michele Boscacci, che sale sul secondo gradino del podio. Dietro Boscacci arriva un funambolico Xavier Gachet che nell’ultima discesa si è preso il lusso di sorpassare Magnini e successivamente anche Jornet. Jornet è quindi quarto mentre in quinta posizione arriva Davide Magnini con 1h26’44’’.

 

Per quanto riguarda la gara femminile la francese Axelle Mollaret prende subito il comando della gara, dietro di lei una Laetitia Roux non in perfetta forma, Alba De Silvestro, Jennifer Fiechter e Alba De Silvestro. La francese conduce una gara accorta e sempre con un ottimo ritmo di salita, lasciando ben poche speranze alle inseguitrici di rientrare. La Mollaret chiude con il tempo di 1h24’47’’, in seconda posizione si classifica Laetitia Roux accusando un ritardo di 5’46’’. Il podio è completato dall’italiana Alba De Silvestro, che per la prima volta riesce così a conquistare un piazzamento che conta tra le grandi dello scialpinismo.

 

Domani si tornerà in pista con la prova Vertical, dopo la vittoria sulle nevi andorrane il tedesco Anton Palzer vorrà tentare di bissare l’ultimo successo, ma attenzione anche al campione Kilian Jornet, vero specialista di questa disciplina.


Aggiungi un commento

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.