Categoria: 

ISMF SKIMOUNTAINEERING WORLD CUP

Sottotitolo: 
Nella vertical di Verbier brillano Remì Bonnet & Axelle Mollaret. Foto on line!!!

29/1/2021
Tags: 
verbier
gara vertical
ismf skimountaineering world cup
vertical race

Grande Italia con piazzamenti ai piedi del podio assoluto con Boscacci & Veronesi. Strepitosi i nostri under 23....

Remi Bonnet (SUI) e Axelle Mollaret (FRA) si aggiudicano la Vertical Race di Verbier valevole come seconda prova della stagione del circuito Ismf Skimountaineering World Cup. Per quanto riguarda invece i successi di categoria a primeggiare nella only up del Canton Vallese sono stati, Andrea Prandi (ITA - U23), Giulia Murada (ITA - U23), Paul Verbnjak (AUT - U20) e Antonia Niedermaier (GER - U20).

 

 

Le condizioni meteo non facili sulle montagne svizzere con pioggia battente in zona partenza, nel cuore di Verbier, hanno costretto il comitato organizzatore a posticipare l’orario di partenza al fine di sfruttare nel migliore dei modi una breve tregua dalla pioggia che ha concesso agli atleti di gareggiare con precipitazioni meno intense. Remi Bonnet, al suo ritorno in Coppa del Mondo, vince sullo stesso tracciato che gli ha regalato il titolo di Campione del Mondo nel 2015 con il tempo di 26’53’’, alle sue spalle il compagno di squadra Werner Marti e il francese Thibault Anselmet.

 

 

In campo femminile la campionessa francese Axelle Mollaret fa gara a sé e vince con il tempo di 32’18’’, dietro la svizzera Maude Mathys e la svedese Tove Alexandersson. Nelle categorie giovanili successi per Andrea Prandi (ITA - U23), Giulia Murada (ITA - U23), Paul Verbnjak (AUT - U20) e Antonia Niedermaier (GER - U20). Gare di alto livello, ma dal pronostico incerto a Verbier. A rimescolare le carte in tavola è stata proprio la pioggia che, da circa metà percorso ha ceduto il passo a una fitta nevicata con conseguente rischio zoccolo.

 

 

 

 

La gara, in parte, ricalcava il percorso iridato del 2015 con lo start dato nei pressi della stazione a valle degli impianti e arrivo a Ruinettes con un dislivello positivo di 655 metri. Rispettando appieno i protocolli anti covid la partenza è stata data con appositi blocchi che garantivano il necessario distanziamento dei concorrenti.  Archiviata questa prima prova, domenica il “circo bianco dello skialp” si trasferirà a Bruson, a pochi chilometri da Verbier, per la gara individuale. Qui gli atleti dovranno affrontare un tracciato a anello con dislivello di circa 1500 metri d+ diluito in 4 salite e altrettante discese. 

 

CLICCA QUI per vedere la gallery by Maurizio Torri!!

Aggiungi un commento