Categoria: 

WORLD TRIATHLON WINTER CUP

Sottotitolo: 
Grande prova per l'azzurra Sandra Mairhofer....

19/2/2021
Tags: 
WORLD TRIATHLON WINTER CUP
asiago
fitri

In ambito maschile, il re del winter triathlon si conferma il più forte. Il russo Pavel Andreev domina la prova internazionale disputata al Centro Fondo Campolongo, la prima del calendario mondiale della stagione 2021...

Nella prova maschile, il padrone di casa Pesavento parte a tutta e comanda la prima frazione seguito a breve distanza del tedesco Neef; poco più indietro Antonioli mentre appare in pieno controllo il russo Andreev col compagno di nazionale Bregeda. La frazione ciclistica mescola le carte: i russi Andreev e Bregeda riconquistano la parte alta della classifica parziale, ma il tedesco Neef non si fa intimorire dalla caratura dei rivali, mentre il nostro Pesavento si dimostra molto solido anche nella seconda frazione. Andreev prende il largo e inizia a sciare con un discreto vantaggio, dietro il suo compagno di nazionale e il tedesco e l’azzurro in lotta per il podio.

 

Lo zar pluricampione del mondo si invola verso l’ennesimo trionfo in solitaria, la sorpresa tedesca si dimostra atleta di alto livello anche sugli sci stretti e prende l’argento mentre il padrone di casa Franco Pesavento difende con i denti un preziosissimo podio, staccando il quotato russo Bregeda nel finale. Tiene bene anche Antonioli, autore di una gara regolare che lo proietta in quinta posizione, poi il blocco italiano con Tanara, Saravalle e Bortolas, rispettivamente 7°, 8° e 9°.

 

Gara femminile da subito a tinte azzurre. Mairhofer protagonista sin dalla prima frazione, solo la rumena Rasina riesce ad essere più veloce di lei, ma è nel segmento ciclistico che capitalizza il successo. Sandra non ha rivali e accumula un vantaggio rassicurante che le ha consentito di gestire al meglio l’ultima frazione, conquistando uno splendido successo in solitaria. Alle spalle della campionessa italiana 2020, Slavinec e Rasina, entrambe più veloci della nostra portacolori sugli sci, ma troppo attardate in T2 per pensare ad un recupero.

 

(Foto Tiziano Ballabio/Fitri)

Aggiungi un commento