Dal diario di bordo di Alex Bellini

Dal diario di bordo di Alex Bellini

20/11/2008 - Scritto da: Maurizio Torri - letto 1106 volte

  

C´è una canzone di Bennato che mi piace molto e che in questi ultimi tempi mi risuona costantemente nelle orecchie come una specie di inno. Si intotola "Un giorno credi" e comincia cosi´: «Un giorno credi di esser giusto e di essere un grande uomo, in un altro ti svegli e devi cominciare da zero.»

Sono nuovamente alle prese con le solite maledette correnti. Dopo i quattro bellissimi giorni in cui ho fatto la lunga discesa verso Sud-Ovest, da ieri sono entrato, per l´ennesima volta, in una zona di correnti (ovviamente verso Nord), proprio quando ormai mi sentivo pronto per superare la Nuova Caledonia a volo di gabbiamo. E´ davvero sempre piu´ misterioso questo Pacifico. Non mi sarei mai aspettato queste difficolta´. E´ dal 3 settembre che non faccio altro che passare da una zona con corrente buona ad un´altra con corrente sfavorevole tanto che ormai anche quando tutto va bene come la settimana scorsa non posso evitare di chiedermi "Per quanto andra´ bene?". Di positivo c´e´ il fatto che le condizioni buone/cattive si susseguono tra di loro molto rapidamente -questione di 2/3 giorni- questo e´ qualche cosa che, nei giorni NO, mi fa reagire bene. Sta di fatto che questo tira e molla mi ha logorato i nervi. Ho soprannominato la Nuova Caledonia Nuova Sin-sin, sapete il carcere di massima sicurezza americano da cui e´ impossibile evadere? Ecco, la stessa cosa e´ per me questa isola! Mi sembra sempre di esse sul punto di superarla poi pero´ capita sempre qualche cosa di sinistro. Ogni volta che la guardo mi mette paura. Le sue isole intorno, la barriera corallina ad Est, la sua mole che si frappone tra me e l´Australia come un muro di cemento ed io, non importa dove, ci sono sempre troppo vicino. Giorno dopo giorno sta acquistando sempre piu´ significato ed oramai, superarla, e´ diventata la mia missione impossibile e l´unico oggetto dei miei pensieri. La canzone continua dicendo: «A questo punto non devi lasciare, qui la lotta e´ piu´ dura, ma tu, se le prendi di santa ragione insisti di piu´»


Aggiungi un commento

To prevent automated spam submissions leave this field empty.
By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.